Cerca nel blog

lunedì 7 novembre 2011

Bomboniere... no grazie!

Ero allergica alle bomboniere classiche,  tipo vasi e cornici d'argento
soprattutto nel periodo in cui stavo organizzando il mio matrimonio.
Lo sono ancora, ma adesso so trovare una collocazione anche a quesgli oggetti.
Comunque per il matrimonio ho dovuto scegliere quasi tutto da sola perchè il marito, ehm il futuro marito, era lontano.
Sulle bomboniere avevo le mie idee,
e fortunatamente lui non mi ostacolava.
Ancora non aveva capito che quello era solo l'inizio...
Mi ha lasciata fare.
E io, ho fatto.
No, per la verità le ho comprate, nel suo amato paese, il Perù.



Ma so che tra voi c'è chi le sa fare, o no?

Così però, non mi bastava.
volevo fare qualcosa anch'io.
E allora ho costruito il miniteatrino per le marionette a dita.
Confetti, sacchettino,
et voilà!


Mi sono divertita, soprattutto a vedere papà e mamme venire a chiedermi gli "scambi-personaggio" per i figli (dicevano loro).
C'era di tutto, il lupo, Cappuccetto rosso, tigri, elefanti, pesciolini... 

2 commenti:

  1. NOOOO! ma dai io adoro le marionette da dito!!!
    Che idea splendida e ancor di più perchè ha a che fare con le origini di tuo marito.. questo ha un senso!
    Noi ce le siamo fatte... mio marito ha costruito letteralmente le scatoline di legno e le ha assemblate e io le ho decorate.
    Che piaccia o meno anche questo aveva senso per noi!
    BRAVI!

    RispondiElimina
  2. Ecco Lallabel, hai proprio colto nel segno! Quello che non mi piace nelle bomboniere classiche è proprio l'impersonalità. Se una cosa ha un senso per i due che si sposano, allora mi piace, anche se non è necessariamente di mio gusto!

    RispondiElimina