Cerca nel blog

lunedì 4 giugno 2012

Imparate dai miei errori...

Si tende a scrivere post su tutte quelle cose che ci vengono bene, per farle ammirare dagli altri e per mettere in comune una conoscenza, in modo che altri la possano usare.
Ma anche (o soprattutto) dagli errori si impara,quindi oggi vi mostrerò un lavoro uscito a metà al secondo tentativo e di un 15% al primo tentativo.
Non proprio una disfatta, ma quasi.
Cominciamo: date un'occhiata qui.
Mi sono innamorata subito di quest'idea perchè è come piace a me:
semplice,
originale,
divertente,
low cost
e subito pronta.
E anche un filino riciclosa.
Insomma perfetta.
Dopo il tentativo zero, che ha dato vita ad un pesciolino coda mozza, ho pensato di... imburrare e infarinare.

Lo so, sono pazza.
Comunque non è niente di pericoloso,
mica ho usato la soda caustica!


 Il terzo a sinistra nella foto è proprio Codamozza:


Proviamo a bagnomaria?


 Ssssc... Si scioglie!


 Ma adesso viene il difficile.
Li ho lasciati raffreddare tanto, tanto e poi tanto. 
E poi ancora, prima di toglierli, ma...
Oh, no, di nuovo!
(in foto, gli unici sopravvissuti non codamozza)


 A questo punto ho provato una nuova tecnica: 
ho cacciato tutto in forno in una pirofila con la carta da forno,
i pesci mozzi e i pastelli ancora non utilizzati.
Ho ottenuto un bel foglio di cera che poi ho ritagliato con le forme per i biscotti.
Brava, vero?


 Adesso sì che sono usciti bene.


 Certo, come no.
Solo perchè non avevate ancora visto il retro.



Voi non lasciateli troppo in forno, dimenticandovi della loro esistenza.
Sapete che i colori che si mescolano formano sempre il... marrone.
Fa niente, i miei bambini disegneranno un sacco di... tronchi!
 
    

5 commenti:

  1. Hahaha mi hai fatto morire dalle risate!
    Sai, quando mi occupavo di ricerca scientifica ho capito che i veri ricercatori, quelli bravi, pubblicano anche articoli in cui ti dicono... "ho fatto così e non è risultato niente", perchè anche un risultato negativo ha significato e perchè è di aiuto agli altri ricercatori che vogliono studiare quell'argomento. Perciò BRAVA! e.. grazie!

    RispondiElimina
  2. Ha ha, I also love the brown side! It makes it more interesting, a live lesson in the theory of colors.

    RispondiElimina
  3. Sei di conforto a quante (e io porto la bandiera) fanno esperimenti malriusciti, poi guardano i blog perfetti delle altre e pensano "sono negata!"
    Grazie!

    RispondiElimina
  4. be', bello ricevere tanti complimenti per una cosa malriuscita... ci riproverò ;-)

    RispondiElimina